La storia

 

Il settore assicurativo fu il primo a percepire la necessità di realizzare strumenti a supporto delle decisioni nella gestione degli interventi di bonifica a seguito di inquinamento. La liquidazione dei sinistri da inquinamento infatti faceva sistematicamente emergere la difficoltà di valutare l'effettiva competenza di colui che era stato incaricato di effettuare l'intervento e la congruenza dei relativi costi. Nel 2001 prende avvio, ad opera di Swiss Re Italia (branch italiana di un gruppo multinazionale leader nel settore riassicurativo), all'epoca gestore del Pool per l'Assicurazione della Responsabilità Civile Inquinamento, un'iniziativa volta a censire tutti gli operatori che in Italia annoverassero tra i servizi offerti anche quello degli interventi di bonifica.

Nasce così ciò che, a partire dal 2003, verrà pubblicato da Ambiente&Sicurezza con la denominazione di "Prontuario delle Bonifiche".

Raggiunto questo primo obiettivo, si volle perseguire la realizzazione del prezzario per dare risposta, con un progetto unitario, alle esigenze operative quotidiane indicate pocanzi.
Nacque allora un'ulteriore esigenza: quella di affidare ad un soggetto qualificato, e al tempo stesso imparziale (comunque non coinvolto direttamente con interessi commerciali nelle dinamiche di mercato), tale compito.
Consapevoli dell'opportunità di ambiti di interesse più ampi rispetto ai due obiettivi iniziali, nel 2004 il gruppo Swiss Re, attraverso la sua società di servizi tecnici, AssTech Italia, propose la realizzazione del progetto "Osservatorio" a diversi autorevoli soggetti. Nonostante la proposta avesse incontrato il pieno apprezzamento degli interlocutori, non riuscì ad ottenere dagli stessi un impegno economico che consetisse la costituzione di una struttura.
Ferma nel convincimento della validità del progetto, AssTech insieme ad Assoreca (Associazione tra le Società di Consulenza e di Servizi per l'Ambiente, la Sicurezza e la Responsabilità Sociale) e Uniparmassicurazioni, ne promosse comunque la nascita e, a partire dal 2005, l'Università degli Studi di Parma ne ospitò per qualche anno la sede.

 



Chi siamo

 

Aldo Bertelle, Giovanni Pietro Beretta e Carlo Bossi sono gli autori di quanto l'Osservatorio ha prodotto fino ad oggi.

 

Professionisti operanti in settori differenti, ancorché complementari, che hanno percepito dai rispettivi ambiti le medesime esigenze in relazione al mondo delle bonifiche e, forti di quanto realizzato fino ad oggi, perseguono il compimento del progetto "Osservatorio". Sono quindi accomunati dalla medesima "presunzione".

 

-   Giovanni Pietro Beretta, geologo, attualmente docente di Idrogeologia e Idrogeologia applicata presso l'Università degli studi di Milano, è stato docente anche presso il Politecnico di Milano, l'Università degli studi di Torino e l'Università degli studi di Siena, Esperto in esplorazione, gestione e tutela delle acque sotterranee e bonifica dei siti contaminati, ha tenuto lezioni e seminari sull'argomento presso varie Università, Enti pubblici e privati. E' autore di n.2 libri di testo e di oltre 200 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali. E' stato Coordinatore della Segreteria Tecnica del Servizio Rifiuti e Bonifiche del Ministero dell'Ambiente e attualmente è membro della C.O.V.I.S. (Comitato di Valutazione degli Investimenti e di Supporto alla Programmazione e Gestione degli Interventi Ambientali).

-   Aldo Bertelle, ingegnere, dopo essere stato segretario del Pool Italiano per l'Assicurazione e la Riassicurazione della RC da Inquinamento, ha diretto per circa quattro anni, in qualità di amministratore delegato, una società di servizi tecnici di risk & crisis management. Attualmente è responsabile della linea di prodotti per l’assicurazione del rischio di danno ambientale presso un gruppo assicurativo multinazionale. Già professore a contratto presso l'Università degli Studi di Parma, è docente in materia di Danno all'ambiente: copertura assicurativa ed elementi di valutazione del rischio in corsi post- universitari in vari atenei.

-   Carlo Bossi, chimico, operante da 30 anni nel settore della consulenza ambientale e delle bonifiche, ha al suo attivo la gestione, supervisione o direzione di molte decine di siti contaminati. Ha fondato nel 1994 ASSORECA (Associazione tra le Società di Consulenza e di Servizi per l'Ambiente, la Sicurezza e la Responsabilità Sociale). Ha pubblicato decine di contributi sul tema delle bonifiche e, più in generale, della conformità ambientale, partecipando in veste di relatore a decine di corsi e convegni sui temi di cui sopra. Presta attualmente servizi tecnici di supporto a contenziosi legali sui temi dei costi e delle modalità di conduzione delle bonifiche nel settore industriale e immobiliare, grazie alle competenze maturate sia per gli aspetti tecnici che per quelli amministrativi e finanziari.

 
 
  Site Map